Davide De Monte campione di Showmanship negli USA

E’ stata una lunga notte quella del 1° luglio al maneggio LA104 di Aonedis di San Daniele, dove amici e parenti hanno seguito in streaming le immagini delle fasi finali degli Apha Youth Word Games dal Texas, che vedevano impegnato nella disciplina di Showmanship il 18enne di Ciconicco Davide De Monte.
Partito alla volta degli Stati Uniti una settimana fa, De Monte ha raggiunto il Will Rogers Memorial Center, eccellente centro di equitazione in Fort Worth, nei pressi di Dallas in Texas, per prepararsi e partecipare al più importante evento mondiale del 2018 dedicato ai giovani cowboy e cowgirl della American Paint Horse Association.
Ad accogliere Davide il coach Randall Roser(Usa), assieme agli altri atleti del Team United (composto da Italia, Slovacchia e Francia). Sette i team partecipanti: Australia, Canada, Danimarca, Germania, Svezia, Stati Uniti e United appunto (l’Italia non ha partecipato con una propria rappresentativa). La settimana precedente la gara, ogni team è stato abbinato a una scuderia che ha fornito i cavalli per i giorni di prove libere. I cavalli per le gare sono invece stati associati a ogni cavaliere per estrazione e i tempi per le prove sono stati molto rigidi: solo 30 minuti, cronometrati dagli addetti Apha, solo il giorno precedente la competizione.
Forte della preparazione effettuata in questi anni presso il maneggio di Aonedis, il giovane friulano, già campione italiano nella stessa disciplina nel 2015, ha dimostrato carattere e nervi saldi, disputando un’ottima gara alla guida di Sensational Hannah e piazzandosi sul gradino più alto del podio, davanti a Victor Kvarnstorm(Svezia) e Smallwood Courtney (Australia).
Le discipline di monta western, che richiamano fedelmente le caratteristiche della monta da lavoro utilizzata dai cowboy americani, sono molteplici e mirate a verificare le abilità dei cavalieri nelle diverse attività: dalla conduzione a terra alla gestione delle mandrie, proprio come avviene nei tipici ranch d’oltre oceano.
Enorme la soddisfazione dei genitori Paolo e Monica e del maestro Amos Cozzo che, assieme ai soci del maneggio si sono ritrovati presso la scuderia ed hanno festeggiato fino a tarda notte la conquista del titolo iridato. Un centro, quello della LA104, fucina di giovani promesse, con in bacheca già un Reserve Champion agli Apha Youth World Games nel 2016 in Germania e numerosi titoli nazionali e regionali, che attende ora con impazienza il rientro dagli States del giovane campione per festeggiare assieme a lui il prestigioso titolo.